Tutori Stagni e Zone Umide del Friuli Venezia Giulia Rotating Header Image

Escursione a Trebiciano il 17 maggio

Ancora un appuntamento per i tutori in questo maggio caldissimo.

Domenica 17 maggio accompagneremo la Società Adriatica di Speleologia in una bellissima passeggiata di circa 10km da Banne a Trebiciano attraversando luoghi legati alla tradizione carsolina  dei carbonai, grotte, stagni ma anche analizzando gli errori del passato rappresentati dalla discarica di Trebiciano, la cui posizione è intuibile ancor’oggi grazie alla vegetazione differente.

L’appuntamento è il 17 maggio alle 9.30 presso il parcheggio della scuola Kughj di Banne, il ritorno è previsto alle 15, pranzo al sacco.

Banne

Banne scritto

Save the frogs 2015

Aprile, mese di intensa attività sia per gli anfibi che per i tutori stagni, si chiude con un’ultimo appuntamento ormai abituale: Save the frogs.

Istituito dall’associazione americana Save the Frog nel 2008 è il momento per fermarsi a pensare alle minacce a cui sono sottoposti gli anfibi. Sono 59 i paesi già toccati e le attività concrete realizzate sono già molte: realizzazione di nuovi stagni e innumerevoli attività didattiche svolte in ogni parte del mondo. Dall’anno scorso l’atività è anche apooggiata dalla Società Herpetologica Italica, ed è un momento per sottolineare anche il grande impegno dei soci in tutta Italia per la salvagiardia e conoscenza di questo mondo.

 NewImage

Cartina eventi DEF SAVE THE FROGS DAY 2015

Quest’anno la data sceltà è il 25 aprile e organizziamo alle 10 una visita guidata agli stagni di Draga sant’Elia, bellissima località a breve distanza da Basovizza dove lasceremo le auto per camminare lungo un facile sentiero che ci porterà a scoprire gli stagni e “iazere” a breve distanza.

Per chi avesse necessità il punto d’incontro è raggiunto dall’autobus n. 51 che parte da piazza della Libertà.

 

L’appuntamento è quindi per sabato 25 aprile alle 10 presso il parcheggio di Draga Sant’Elia.

Strada Provinciale di Draga San Elia 36  Google Maps

Horti Tergestini 2015

***** ATTENZIONE CAMBIO DI PROGRAMMA! *****

Le previsioni meteo per sabato danno brutto tempo.
Per tale motivo l’USCITA GUIDATA prevista per sabato sera è POSTICIPATA A DOMENICA 19 APRILE sempre con ritrovo alle ore 19.30 alla curva sotto l’Università.

 

 

Aprile è particolarmente ricco per i Tutori Stagni.
Prossimo appuntamento SABATO 18 e DOMENICA 19 alla manifestazione Horti Tergestini, che quest’anno è arrivata alla sua decima edizione.
La mostra mercato di tutto ciò che riguarda il giardino avrà luogo al parco di S.Giovanni a Trieste, nel comprensorio dell’ex OPP.
Noi saremo come sempre presenti vicino la cisterna che si trova in mezzo al roseto, dove vi racconteremo di ululoni, smeraldini e tritoni che popolano questa storica raccolta d’acqua.
SABATO 18 è prevista un’USCITA organizzata gratuita agli stagni di Villa Giulia: necessario indossare scarpe comode per poter camminare sul sentiero, una torcia, e tanta curiosità!
Il ritrovo è fissato alle ore 19.30 alla curva sotto l’Università.

Vi aspettiamo numerosi!image description

Conferenza: piccoli stagni del Carso

Aprile ci vedrà impegnati in diverse attività.
Iniziamo GIOVEDI’ 9 APRILE: nell’ambito della manifestazione “In primavera a Trieste” organizzata dall’Agricola Monte San Pantaleone, la nostra consulente scientifica dottoressa Gaia Fior, terrà una conferenza sui “Piccoli stagni del Carso”.
Dalle 17.30 alle 19.00 presso il Centro di Promozione Territoriale di Sistiana, Sistiana 56/b (la palazzina che si trova all’inizio del sentiero Rilke verso Trieste).
Vi aspettiamo!

 

IPTS COPERTINA

 

 

Pulizia dello Stagno della Transalpina

Domenica 14 dicembre, 5 volonterosi soci dell’associazione si sono ritrovati alle 11 del mattino per fare una doverosa pulizia invernale dello stagno posto a pochi metri dall’inizio della pista ciclabile “Giordano Cottur” nel rione di Ponziana. Lo stagno, da noi battezzato “della Transalpina”, ospita una popolazione numerosissima di tritone punteggiato e anche un numero di ululoni dal ventre giallo, grazie anche al fatto della costante presenza di acqua che scaturisce da una vicina vena sorgiva nota già ai tempi della costruzione della linea ferroviaria.

image

 

L’abbondanza di acqua però determina anche l’effetto di una crescita rapidissima e “infestante” di molte specie vegetali, che se non fossero mantenute sotto controllo finirebbero rapidamente con l’occludere totalmente l’invaso. Abbiamo perciò deciso di sfoltire la vegetazione terrestre e ridurre quella acquatica, in maniera da liberare almeno in parte lo specchio d’acqua. Questo tipo di intervento è possibile solo in questo periodo invernale, durante il quale la presenza di anfibi è nulla o quantomeno ridotta al minimo e quindi non li si disturba eccessivamente.

 

image

 

 

image

 

Al termine dei lavori (che proseguiranno in gennaio/febbraio con la riduzione del contenuto di fango e detriti dalla canaletta che affluisce nello stagno) si è anche provveduto a ripulire la canaletta che esce dallo stagno e scarica l’acqua in eccesso nel sistema di scarico stradale, e speriamo che questo ultimo intervento riesca anche a mantenere al minimo la presenza di lemna.