Tutori Stagni e Zone Umide del Friuli Venezia Giulia Rotating Header Image

C’è un nuovo stagno!

Una domenica molto impegnativa ha visto tutti i tutori disponibili in azione per realizzare un nuovo stagno nel terreno privato di uno dei nostri soci. Ottenuti tutti i permessi necessari e acquistato il telo e i materiali utili Dario ci ha invitato a passare domenica per le rifiniture e la posa del telo visto che dello scavo se ne sarebbe occupato un piccolo scavatore il giorno precedente. Ma lo scavatore ha avuto dei problemi tecnici e ha abbandonato lo scavo a metà... quindi domenica ci siamo trovati di fronte a un'impresa interessante: uno stagno in un giorno. Non si dica mai che i tutori si tirino indietro, quindi ecco il prima... P2200021.JPG (con una preoccupatissima Silvia) e il dopo! P2200120.JPG (con degli indaffaratissimi Carlo e Dario) La posa del telo: noi da qualche anno utilizziamo i teli di Giardini d'acqua. Hanno un costo maggiore dei teli in pvc che si trovano normalmente in quanto hanno un rinforzo interno che li rende molto più resistenti e sono quindi molto adatti per stagni in zone frequentate da animali. Molto utile è anche il fatto che vengano ripiegati e spediti in scatole di cartone, al contrario dei teli che utilizzavamo precedentemente che venivano arrotolati con conseguenti problemi di trasporto. P2200142.JPG P2200147.JPG Ed infine il sovratelo, normale tessuto non tessuto acquistato al fondo materiali. P2200155.JPG P2200163.JPG I bordi del telo poi sono stati infilati nel terreno e coperti da zolle di erba. E ora si aspetta solo la pioggia... e i nuovi abitanti. Dato il tipo di stagno e la fauna presente nella zona è probabile che arriveranno tritoni punteggiati (Lissotriton vulgaris meridionalis), rospi comuni (Bufo bufo spinosus) e rane dalmatine (Rana dalmatina). La colonizzazione sarà spontanea e non verrà portato alcun animale nello stagno. Quindi aspettiamo e vediamo.

Leave a Reply